Rendi Internet un luogo più verde con la biomassa

Impianto di Kiowatt

Internet è diventato così comune che molti di noi hanno difficoltà a immaginare ciò che serve per realizzare questo mondo digitale, incluso il numero di server e necessari per il suo funzionamento. La maggior parte dei data center in tutto il mondo fare molto affidamento sui combustibili fossili per produrre l'elettricità e il raffreddamento necessari per far funzionare le attrezzature necessarie, quello che alcuni chiamano il "lato oscuro" di Internet. Le statistiche sono eloquenti al riguardo: una singola ricerca genera 20 mg di CO2, mentre un'e-mail tra 0,3 e 4 g. pertanto, I 192 miliardi di e-mail che inviamo ogni anno equivalgono all'impronta di 3,1 milioni di automobili all'anno. Le stime mostrano che Internet consuma circa 1037 tonnellate di elettricità in tutto il mondo, il che rappresenta la produzione di dozzine di centrali nucleari in tutto il mondo. Questo alla fine rappresenta 609 milioni di tonnellate di emissioni di gas serra, equivalente alle emissioni di tutti i voli civili per un anno.

In questo contesto, La bioenergia ha molto da offrire, fornendo elettricità o soluzioni di riscaldamento e raffreddamento. Un grande esempio che mostra tali sinergie si trova in Lussemburgo, vicino alla città di Bissen, dove opera lo stabilimento di Kiowatt.

Kiowatt utilizza il legno per produrre elettricità, riscaldamento e raffreddamento. Il progetto è iniziato nel 2011 un appaltatore di energia lussemburghese e una società belga dell'industria del legno e delle bioenergie, hanno deciso di creare una joint venture per sfruttare tutti i vantaggi della bioenergia.

All'interno dello stabilimento di Kiowatt, tutto inizia con una caldaia da 17 MW progettato per utilizzare rifiuti di legno locali che non erano mai stati utilizzati prima. La caldaia è dotato di una turbina per produrre calore ed energia. L'elettricità prodotta, circa 21 GWh, viene venduta direttamente alla rete. Il calore, che rappresenta l'energia più consistente prodotta (93 GWh) viene utilizzato in tre applicazioni chiave: essiccazione del legno per la produzione di pellet di legno, alimentazione del teleriscaldamento della zona industriale attorno all'impianto e, infine, due frigoriferi DataCenter situato nel poligono che fornisce una fonte rinnovabile di raffreddamento.

Nel 2013 questa sinergia è stata la prima del suo genere in Europa. Oggi offre Kiowatt 15 lavori a tempo pieno sul sito e contribuisce in modo abbastanza significativo agli obiettivi di energia rinnovabile del Lussemburgo. Secondo stime di esperti, 350.000 tonnellate di CO2 non saranno emesse grazie al progetto, che contribuisce alla riduzione diretta di quasi il 15% degli obiettivi di emissione di gas a effetto serra per il Paese!

ulteriori informazioni: http://www.europeanbioenergyday.eu/making-the-internet-a-greener-place/

http://www.kiowatt.lu/en