Il 30 giugno è stato pubblicato il Regio Decreto che approva la concessione diretta alle Comunità Autonome di un programma di incentivazione legato alla realizzazione di impianti termici rinnovabili nel settore residenziale, nell'ambito del Recupero, Trasformazione e Resilienza

Il 30 giugno è stato pubblicato il Regio Decreto che approva la concessione diretta alle comunità autonome di un programma di incentivazione legato alla realizzazione di impianti termici rinnovabili nel settore residenziale, nell'ambito del Recupero, Trasformazione e Resilienza Sono inclusi gli aiuti diretti per l'installazione di stufe a biomassa che soddisfino ECODESIGN e utilizzare combustibili certificati come pellet ENplus A1, tra gli altri sistemi rinnovabili. Il coordinamento e il monitoraggio di questo programma di incentivi sarà svolto dall'Istituto per la diversità e il risparmio energetico -IDAE-, ente dipendente dal Ministero per la Transizione Ecologica e la Sfida Demografica.

Si prevede di stanziare un budget di 200 milioni da questo programma specifico per realizzare impianti di energia termica rinnovabile nel settore residenziale, ma inizialmente sarà dotato di 100 milioni di euro. È fondamentale che i professionisti del settore sfruttino rapidamente questi incentivi e non perdano l'occasione unica di scoprire le novità dei principali produttori mondiali di stufe e caldaie a pellet all'appuntamento dell'anno e vai a EXPOBIOMASA, tenutasi dal 21 al 23 settembre a Valladolid.

In Spagna, il consumo di energia per usi termici nel 2019 ha rappresentato circa il 33% del consumo energetico finale totale, dove il contributo delle energie rinnovabili è del 19%, praticamente tutte biomasse. Il miglioramento di questi dati per soddisfare gli obiettivi e gli impegni a livello europeo, come proposto dall'Associazione spagnola delle biomasse -AVEBIOM- nelle proposte di valore per beneficiare dei fondi europei Next Generation, va univocamente a promuovere il consumo di biomasse di origine locale e sostenibile come fonte di energia rinnovabile attraverso le moderne stufe a pellet nel nostro Paese.

Inoltre, e nel breve termine, l'impulso all'installazione di stufe a pellet ridurrà rapidamente i costi energetici dei consumatori nel settore domestico, contribuendo in modo significativo alla lotta alla povertà energetica e al miglioramento dell'economia dei cittadini. Il riscaldamento a pellet, ad esempio, comporta Risparmio del 50% rispetto a gas o diesel e molto di più rispetto al costo del riscaldamento con l'elettricità. 

L'elaborazione del budget di questo programma di incentivazione avverrà attraverso le diverse amministrazioni regionali, adeguandosi il più possibile a ciascuna realtà e con limiti massimi di 3.000 euro a stufa a pellet per abitazione. Questi limiti comportano un aumento di 700 euro in più per stufa a biomassa per le abitazioni di proprietà pubblica. Sono previsti incentivi anche per il ritiro di apparecchiature obsolete e obsolete. Secondo quanto pubblicato dal RD, l'aiuto sarà di 350 euro per kW di potenza installata.

Il governo spagnolo promuove questi incentivi perché comprende che lo sviluppo di questi programmi favorirà la generazione di occupazione su tutto il territorio, con una marcata componente di prossimità e un alto grado di capillarità, e un miglioramento dell'attività economica, in un contesto di ripresa dopo la pandemia, indotta dalle diverse linee di soccorso. Vale la pena evidenziare il beneficio derivato dalla riduzione delle importazioni di combustibili fossili e dal miglioramento della competitività delle imprese. Oltre ai suddetti benefici, si possono evidenziare altri effetti sociali positivi di questi programmi, come il sostegno al terzo settore, lo sviluppo dei comuni con meno di 5.000 abitanti, o l'aumento della consapevolezza e della consapevolezza dei consumatori finali, grazie ai requisiti introdotti in termini di monitoraggio dei consumi.

 

Per maggiori informazioni:

www.avebiom.org

www.idae.es

Decreto reale 477 / 2021, di 29 di giugno

 

 

Luis Silva, product manager della divisione riciclaggio del gruppo Internaco, spiega in questo video le caratteristiche delle apparecchiature dell'azienda polacca Pronar che hanno presentato a Expobiomasa 2021. Nello specifico, si tratta di due apparecchiature per il trattamento delle biomasse: un prefrantoio e un frantoio secondario.  
Erich Michbronn, responsabile commerciale di Solartecnik, presenta nel seguente video la sua nuova linea di stufe dei marchi Ravelli, EOSS e Kalon. Disegni con diverse finiture, eleganti, reticolari, con vetro "magico". E con diverse soluzioni che includono aria canalizzata e acqua calda per radiatori.  
Javier Díaz, presidente dell'Associazione Spagnola Biomasse, è soddisfatto di questa particolare edizione della fiera e ha espresso la sua gratitudine sia alle aziende che hanno affidato e sostenuto l'evento sia ai partecipanti: “tutti insieme contribuiamo a riattivare il settore della bioenergia”. Quindi leggi uno striscione all'ingresso della Feria de Valladolid.

Javier Díaz, presidente dell'Associazione Spagnola Biomasse, è soddisfatto di questa particolare edizione della fiera e ha espresso la sua gratitudine sia alle aziende che hanno affidato e sostenuto l'evento sia ai partecipanti: “tutti insieme contribuiamo a riattivare il settore della bioenergia”. Quindi leggi uno striscione all'ingresso della Feria de Valladolid.

Grazie a 7.480 visitatori professionali 

La fiera e lo spettacolo hanno ricevuto quasi ottomila visitatori professionali provenienti principalmente da Spagna, Portogallo e America Latina durante i 3 giorni di evento faccia a faccia, tenuti dal 21 al 23 settembre a Valladolid.

Dal 27 al 30 settembre prossimi, i professionisti accreditati in Expobiomasa potranno proseguire i loro incontri e chiudere accordi e progetti in videochiamata attraverso la piattaforma digitale LIVE.EXPOBIOMASA.COM 

In questo stesso spazio virtuale, circa 400 professionisti, principalmente dall'America Latina, Spagna e Portogallo, hanno potuto partecipare a distanza al 14° Congresso Internazionale di Bioenergia (# CIB21). 

Continueranno, invece, ad essere a disposizione di tutti gli accreditati sulla piattaforma live.expobomasa.com e anche apertamente attraverso il canale YouTube di AVEBIOM.

In questo modo, i professionisti che non hanno potuto partecipare di persona avranno l'opportunità di conoscere alcune delle novità su attrezzature, progetti o normative che sono state presentate in fiera e in fiera.

Ambiente ottimista per il prossimo futuro dell'attività nelle biomasse e nel gas rinnovabile durante # CIB21

L'attuale situazione del mercato dei combustibili fossili, con il prezzo del gas naturale e dei diritti di emissione di CO2 alle stelle, e la direzione delle politiche di aiuto nell'UE verso la riduzione delle emissioni e l'implementazione delle energie rinnovabili, collocano le biomasse e il gas rinnovabile come alternative energetiche più desiderabili rispetto mai in campo industriale.

Il presidente di AVEBIOM è d'accordo con quanto espresso da alcuni dei tecnologi più rilevanti del Paese al #CIB21: “le industrie termointensive devono prima o poi intraprendere processi di decarbonizzazione e il settore delle biomasse è pronto a contribuire con successo a quel cambiamento”.

Sia nelle sessioni dedicate al gas rinnovabile all'interno del #CIB21 che nelle conferenze tecnico-commerciali organizzate a viso aperto dall'ufficio commerciale danese e dal Renewable Gas Show, il successo di pubblico è stato enorme, con le sale straripanti e un numero elevato di presenze anche online .  

Al 2050° Renewable Gas Show, si è riscontrato che esistono tecnologie mature in grado di ottenere molteplici prodotti, ridurre le emissioni e produrre energia rinnovabile dalla gestione dei rifiuti. La Spagna potrebbe essere messa a capo dei Paesi che otterranno più energia dal gas rinnovabile nel XNUMX.

Expobiomasa 2021 in cifre

7.480 visitatori professionali nell'edizione faccia a faccia

327 aziende espositrici provenienti da 15 paesi, dedicate alla produzione di macchine forestali, industrie di biocarburanti solidi e pellet, produttori, distributori e installatori di sistemi di condizionamento, ingegneria, industria ausiliaria, società di servizi energetici e gruppi di investimento.
 

Caldaie e stufe fino a 50kW incorporano la tecnologia più sofisticata. Le nuove normative europee sull'Ecodesign richiedono un grande controllo delle emissioni e un'elevata efficienza. I principali produttori presenti in fiera ottengono attrezzature dal design accattivante, comfort, automazione e risparmi significativi per l'utente.

Caldaie e stufe fino a 50kW incorporano la tecnologia più sofisticata. Le nuove normative europee sull'Ecodesign richiedono un grande controllo delle emissioni e un'elevata efficienza. I principali produttori presenti in fiera ottengono attrezzature dal design accattivante, comfort, automazione e risparmi significativi per l'utente.

La 13a edizione di EXPOBIOMASA darà slancio all'attività di un settore che non ha smesso di crescere negli ultimi anni, presentando alla Fiera di Valladolid dal 21 al 23 e dal 26 al 30 settembre la più ampia gamma di novità tecnologiche e commerciali. online per i professionisti che non possono frequentare. Sia AVEBIOM che Feria de Valladolid hanno lavorato per offrire a visitatori ed espositori uno spazio sicuro dove poter riallacciare rapporti professionali

La 13a edizione di EXPOBIOMASA promuoverà l'attività di un settore che non ha smesso di crescere negli ultimi anni, presentando alla Fiera di Valladolid dal 21 al 23 settembre e dal 26 al 30 settembre la più vasta gamma di novità tecnologiche e commerciali. online per i professionisti che non può partecipare.

Sia AVEBIOM che Feria de Valladolid hanno lavorato per offrire a visitatori ed espositori uno spazio sicuro dove poter riallacciare rapporti professionali con piena fiducia e continuare a far crescere il settore.

EXPOBIOMASA 2021 avrà 327 aziende espositrici provenienti da 15 paesi che, in uno spazio di 21.000 metri quadrati, mostreranno le loro ultime tecnologie e novità e le migliori offerte sia in ambito domestico che industriale. 

Insieme alle aziende leader del mercato che si ripetono un anno in più, la fiera accoglie in questa edizione 76 nuovi espositori, che garantisce nuove opportunità di business per i professionisti che vi partecipano. A una settimana dall'apertura dei battenti, a EXPOBIOMASA sono già stati accreditati 5.000 visitatori professionali.

Organizzando la fiera nelle date previste, gli organizzatori sperano di portare l'attività commerciale a cifre senza precedenti in un settore che ha mantenuto la sua crescita per 15 anni. Nelle sue ultime edizioni, Expobiomasa ha facilitato un aumento del business generato vicino a 16 milioni di euro.

Un settore sempre più visibile e accettato

Il settore sta vivendo un "momento dolce" con l'avanzamento di numerosi progetti e l'assegnazione di incentivi che contribuiscono a realizzarli. Ma, soprattutto, sta ottenendo il sostegno della società, che sempre più comprende i benefici ambientali ed economici che il recupero energetico della biomassa porta: prevenzione degli incendi boschivi e rinvigorimento della Spagna svuotata, oltre al suo minor costo per il riscaldamento rispetto ai combustibili fossili combustibili come gasolio e gas naturale o elettricità.

È un settore che già muove complessivamente più di 3.000 milioni di euro in Spagna e che spera di continuare ad essere essenziale come energia rinnovabile per supportare il mix energetico del Paese. 

36 espositori al XNUMX° Salone del Gas Rinnovabile

Il primo Renewable Gas Show, che si svolge parallelamente a EXPOBIOMASA in collaborazione con l'Associazione Spagnola del Biogas, vedrà la partecipazione di 36 espositori e un ampio programma di conferenze e convegni, alcuni dei quali all'interno del programma del 14° Congresso Internazionale sulla Bioenergia -CIB21 -, dedicato a presentare le migliori soluzioni con biomasse e gas rinnovabile di fronte al cambiamento del modello energetico e alle sfide urgenti della bioenergia in America Latina 

L'AIMMP - Associazione delle industrie del legno e del mobile del Portogallo è l'unica associazione commerciale del settore in Portogallo, che rappresenta tutte le industrie forestali. Sarà presente a Valladolid dal 21 al 23 settembre a Expobiomasa con i suoi associati:
Situato nel cuore della regione Tierra de Pinares, il motto di Naturpellet è produrre pellet della migliore qualità e rispettoso dell'ambiente.
Gebio Energía, una società di servizi energetici, dallo scorso anno produce i propri pellet certificati di altissima qualità e ha implementato un nuovo sistema logistico per servire i propri clienti in Spagna e Portogallo.

Gebio Energía, una società di servizi energetici, dallo scorso anno produce i propri pellet certificati di altissima qualità e ha implementato un nuovo sistema logistico per servire i propri clienti in Spagna e Portogallo.

Attualmente dispone di una propria fabbrica di pellet situata a Lousada (Portogallo) con una produzione annua di 45.000 tonnellate di pellet certificato ENPlus A1 e una capacità produttiva di 80.000 tonnellate all'anno. In questo modo Gebio Energía offre ai propri clienti un servizio completo per l'installazione, la manutenzione, la produzione e la fornitura di pellet certificato. 

Pellet Biohot è il nome commerciale del pellet con identificatore PT0021 che ha un potere calorifico di 1,7 Mj/kg e una densità di 650 kg/m3. Ed è commercializzato in vari formati: sfuso, cisterna e big-bag oppure confezionato in contenitori da 15 kg. 

Inoltre, ha costruito un piattaforma logistica con una capacità di 1.000 tonnellate a Castellanos de Moriscos (Salamanca), con le più moderne tecnologie di stoccaggio e la possibilità di self-service di pellet sfuso con l'obiettivo di fornire in qualsiasi momento la fornitura di pellet a tutti i suoi clienti. Gebio Energía dispone inoltre della certificazione distributore di pellet ENPlus A1 con l'identificatore ES 339, garantendo così la tracciabilità e la qualità del proprio prodotto dall'origine alla consegna al cliente finale.

Gebio Energía sarà presente a Expobiomasa 2021

 

Per maggiori informazioni: 

www.gebioenergia.com