NOTIZIE SUL FILTRO
Le caldaie a biomassa MOLLIER® con potenze comprese tra 100 e 500 kW sono state progettate per il settore residenziale e terziario, e sviluppate secondo le nuove normative europee ECODESIGN.
È una soluzione per il recupero di rifiuti e sottoprodotti del settore agroalimentare, basata sulla tecnologia della gassificazione, per la generazione combinata di energia elettrica e termica in modalità di autoconsumo. Il cliente finale, agroalimentare, permette di valorizzare la propria biomassa generando la propria energia e ottenendo altri prodotti a valore aggiunto come il biochar e, in una seconda fase, idrogeno verde e CO2. 
Le OPS sono nanoparticelle di ferro zerovalenti incapsulate in una matrice di carbonio, energia verde e digestato che possono essere convertite in fertilizzante, ammendante organico e/o compost. Grazie a questo processo si riducono i polifenoli, consentendo di generare biogas esclusivamente da acqua vegetale e alperujo come unici substrati.
Horizon + è il nuovo concetto di caldaia sviluppato e brevettato da Sugimat dopo diversi anni di ricerca e sviluppo. Si basa su una caldaia rotativa autopulente che combatte efficacemente le incrostazioni e la formazione di depositi all'interno.
Il trattamento e lo stoccaggio del flusso di rifiuto della desalinizzazione (salamoia) tramite osmosi inversa, molto diffuso nella regione di Murcia, richiede un ampio spazio e un costo elevato, poiché la sua eliminazione per evaporazione naturale è impossibile, l'Università Politecnica di Cartagena ha acquisito un sistema di evaporazione della salamoia mediante torre di raffreddamento. 
Prodesa Medioambiente presenta a Expobiomasa un nuovo processo di ottimizzazione per i suoi clienti e test di performance con due diversi sviluppi per aumentare la produzione e ridurre il consumo di energia elettrica. I risultati sono stati molto soddisfacenti e stanno attualmente lavorando con altri cinque clienti per migliorare il loro costo elettrico per tonnellata di pellet utilizzando il loro metodo di progettazione degli stampi. 
ROBAX® IR SuperMax è un pannello in vetroceramica per l'osservazione del fuoco progettato in Germania con un nuovo rivestimento riflettente a infrarossi ad alta efficienza sulla parte esterna del pannello. Il rivestimento riflette molto più calore nella camera di combustione del caminetto rispetto a un pannello ROBAX® senza rivestimento. Ha la più alta riflessione a infrarossi nella nostra gamma ROBAX® Smart Heat. Il rivestimento aumenta la temperatura nella camera di combustione, il che rende il processo di combustione molto più efficiente.
Sugli ulivi centenari viene praticata un'antica tecnica per ripulire i tronchi eliminando il legno secco che è noto come "smantellamento", e il cui obiettivo è quello di ringiovanire l'oliveto e migliorarne la produzione. Questi chip vengono attualmente bruciati sul campo e non sono di alcuna utilità. 
L'utilizzo di reti a lungo raggio, aperte ea basso consumo energetico ha dato la possibilità di esplorare nuove applicazioni e dispiegamenti massicci di sensori estremamente utili per il mondo delle biomasse. Con queste reti puoi gestire caldaie, silos, trasporti, emissioni, coltivazioni, produzioni, certificare le filiere con Blockchain ecc.
Il modello Domo Back di Rika completa il modello più venduto di Rika con un forno da cucina. Con temperatura regolabile da touch screen, sia per i fornelli che per il forno, in maniera autonoma, il modello Domo Back fa un passo avanti nella gestione dell'energia generata in un'ottica di massimo utilizzo. Inoltre, questo modello può incorporare fino a due ventilatori di convezione.
Questo sistema è stato testato nei laboratori TÜV. In un test ciclico che simulava le diverse condizioni di esercizio nel corso di un anno, sono state misurate emissioni medie di particolato di appena 2 mg/m3 (13% O2). Questo livello di emissioni praticamente trascurabile è ottenuto con un nuovo disegno del tubo focolare in camera di combustione, e un ricircolo ripartito dei gas di scarico. Questi gas alimentano l'aria primaria nella zona inferiore e vengono iniettati nella zona di combustione superiore ad alta temperatura.
È un concetto dirompente nella climatizzazione che permette di riscaldare e rinnovare l'aria in tutta la casa contemporaneamente, unificando riscaldamento e ventilazione a partire da una semplice stufa a biomassa. Invece di riscaldare l'aria viziata che abbiamo all'interno, riscalda direttamente l'aria fresca, generando "calore di sostituzione".