Risparmio ed efficienza energetica

In Spagna la bioenergia mobilita milioni di 3.700 euro tra elettricità, generazione termica e biocarburanti per il trasporto. Ed è, senza dubbio, la fonte di energia rinnovabile che soddisfa meglio i postulati della bioeconomia, coinvolgendo migliaia di professionisti di diversi settori.

Le società di servizi, finanziarie, di comunicazione, i gruppi di investimento, le società pubbliche, le amministrazioni, le associazioni professionali e commerciali promuovono e partecipano a numerosi progetti al fine di implementare soluzioni sia per i consumatori che per i professionisti.

Un settore chiave per le offerte di lavoro, che sfruttare le risorse proprie e la prossimità riducendo la dipendenza energetica e l'importazione di petrolio e gas. Le industrie del pellet non possono essere trasferite e si trovano tutte in piccoli comuni che le riempiono di vita.

Il Ministero per la Transizione Ecologica e la Sfida Demografica, attraverso l'Istituto per la Diversificazione e il Risparmio dell'Energia (IDAE), ha approvato i primi bandi di aiuti del pacchetto per finanziare progetti innovativi di tecnologie rinnovabili. Più di 181 milioni di euro saranno stanziati per sostenere iniziative in sette regioni della Spagna:
Calordom, una delle società di servizi energetici specializzata nella fornitura di RISCALDAMENTO RINNOVABILE con biomasse alle comunità vicine, serve già 27.000 famiglie nel Paese con una crescita del 40% negli ultimi cinque anni.
L'IDAE ha approvato i primi bandi per il pacchetto di 316 milioni per finanziare progetti innovativi di tecnologie rinnovabili in Andalusia, Principato delle Asturie, Castiglia-La Mancha, Catalogna, Estremadura, Madrid e Murcia. La distribuzione dei primi 181 milioni di euro del pacchetto è stata concordata con le comunità autonome e servirà a mobilitare un ulteriore investimento privato di circa 551 milioni in progetti di generazione elettrica e termica, generare occupazione locale ed evitare l'emissione di oltre 712.000 tonnellate equivalenti di CO2 all'anno.
La Lituania e i suoi 3 milioni di abitanti erano fortemente dipendenti dalle importazioni di combustibili fossili dalla Russia. Nel 2014, quando la Lituania è diventata uno stato membro dell'UE, ha pagato il prezzo più alto per il gas importato, un prezzo considerato "politico" in quanto non confrontabile con la situazione del mercato.
Dall'Associazione spagnola di biomassa (AVEBIOM) e dall'Associazione spagnola delle società di produzione di pellet di legno (APROPELLETS) segnaliamo che i professionisti delle bioenergie continuano a lavorare per garantire l'approvvigionamento di energia pulita
Situato nel Polígono El Bayo de Cubillos del Sil, il processo tecnico è stato completato e sarà in grado di iniziare a produrre nelle prossime settimane. La centrale produrrà 290 megawatt di elettricità rinnovabile e pulita abbastanza per fornire 83.000 case.
Dalla Spanish Biomass Association (AVEBIOM) e dalla Spanish Association of Wood Pellet Production Companies (APROPELLETS) vogliamo comunicare alla società che i professionisti delle bioenergie continueranno a lavorare per garantire la fornitura di energia pulita e rinnovabile a tutti gli utenti. .
L'uso della biomassa nell'installazione termica della piscina riscaldata riesce a ridurre significativamente l'uso di combustibili fossili.
La società Recuperi di Ortín genera pellet dai rifiuti dell'industria del mobile nei dintorni di Yecla. Una storia di successo dell'economia circolare del settore dell'arredamento e della generazione di biocarburanti.
Internet è diventato così comune che molti di noi hanno difficoltà a immaginare ciò che serve per realizzare questo mondo digitale, incluso il numero di server e necessari per il suo funzionamento. La maggior parte dei data center in tutto il mondo si affida fortemente ai combustibili fossili per produrre l'elettricità e il raffreddamento necessari per far funzionare le apparecchiature necessarie, quello che alcuni chiamano il "lato oscuro" di Internet.
Nell'articolo puoi trovare un esempio didattico che spiega perché le emissioni di biomassa sono diverse da quelle dei combustibili fossili.
Una caldaia a biomassa che consente all'azienda LC Paper di fabbricare prodotti strutturati in carta velina con emissioni di CO2 neutre.