In Europa, nel 2019, erano già più di 1,6 milioni caldaie a biomasse per uso domestico con una potenza inferiore a 50kW e un fatturato annuo di circa 153.000 unità. Il numero di caldaie a biomassa in funzione nell'UE28 è di 1,4 milioni e le vendite annuali di 132.000 unità. Per paese, il mercato è guidato dalla Germania con oltre 287.000 caldaie a biomassa in funzione, seguita da Italia, Bulgaria e Austria con oltre 140.000 caldaie a biomassa in funzione ciascuna. Le vendite sono state guidate nel 2019 da Germania, Bulgaria, Francia e Italia, oltre 15.000 unità. La Spagna aveva 20.600 caldaie a pellet per uso domestico installate nel 2019, anno in cui sono state vendute 2.500 unità.

Circa l'installazione di stufe a pellet, gli ultimi dati statistici disponibili indicano che nel 2019 erano 6,2 milioni le stufe funzionanti in tutta Europa con un fatturato annuo di oltre 687.000 unità. Nell'UE28 ci sono 5,6 milioni di stufe in funzione con vendite che hanno superato le 621.000 unità. Spicca l'evoluzione positiva delle vendite nei paesi del Mediterraneo: l'Italia ha poco più di 2 milioni di stufe in funzione e guida la classifica di vendita con 170.000 unità; seguita dalla Francia, che a fine 2019 aveva più di 1 milione di stufe a pellet in funzione, con vendite che superavano le 157.000 stufe all'anno; La Spagna aveva 2019 stufe a pellet operative nel 320.000 e 55.143 unità sono state vendute quell'anno, una ogni 851 spagnoli.

 
Il GERMAN DESIGN AWARDS, uno dei premi più importanti e riconosciuti a livello internazionale nel mondo del design, ha selezionato la stufa a pellet AMIKA di LaNordica-Extraflame con il nuovo vetro ceramico SCHOTT ROBAX® NightView
La forma di questa nuova casa dell'azienda italiana è originale e impressionante. Un'opzione architettonica in cui l'emozione del fuoco è rafforzata dalla tridimensionalità del focolare, dell'involucro e dell'ambientazione allo stesso tempo.
L'azienda con sede a Saragozza e fondata più di 50 anni fa ha una tecnologia avanzata grazie al sistema brevettato EFIPLUS, che consente alle sue attrezzature di alimentarsi con pellet di diverse qualità, e anche con qualsiasi tipo di biomassa, come guscio di mandorla, osso d'olivo , eccetera. Progettato con corpi diversi a seconda del modello, in ghisa o acciaio, controllo elettronico e tutti i tipi di accessori standard o opzionali a seconda del modello.
L'azienda con sede a Malaga si è caratterizzata negli anni per innovazione e ricerca di prodotto, e ha realizzato una fusione di stili nelle sue stufe che ne consente l'integrazione in qualsiasi ambiente. Ciò ha consentito un notevole aumento della quota di mercato e di distribuzione in più di 20 paesi.
Tecnologia ed efficienza si vestono di bellezza contemporanea Ogni stufa Palazzetti è la somma di diversi aspetti: contenuti tecnologici, studio dei materiali, raffinatezza delle forme. La collaborazione tra lo studio di design MarcArch e l'ufficio tecnico Palazzetti ha dato vita alla nuova stufa a pellet Ecofire® Meghan, la cui chiave innovativa è il metodo di gestione dell'aria.
Camini aperti: perché dovrebbero essere evitati I camini aperti sono camini a fiamma libera, senza vetro, che esistono ancora in molte case, sia tradizionali che di nuova costruzione. Il caminetto è da considerarsi un oggetto di decorazione o per cuocere sporadicamente sulla brace. Ma non dovrebbe essere considerato come una soluzione di riscaldamento, a causa delle sue scarse prestazioni e delle elevate emissioni di particolato.
La stufa Jolly Mec utilizza la tecnologia EVO per rispettare i limiti di emissione ambientale. È una stufa combinata che funziona sia a legna che a pellet, per riscaldamento ad aria forzata, con la particolarità di avere due camere di combustione ma una sola uscita fumi e un design unico che esalta la fiamma del combustibile scelto.
SOLZAIMA inizia la produzione questo mese nel suo nuovo stabilimento. Questo investimento è il risultato della crescita che l'azienda ha avuto negli oltre 39 anni dedicati alla produzione di apparecchiature e sistemi di riscaldamento a biomasse
L'incremento dell'installazione di nuove stufe e caldaie a biomasse per uso residenziale, con potenze fino a 50kW, ha registrato un incremento del volume d'affari del 2019% nel 17,3 rispetto all'anno precedente, fino a 356 milioni di euro, secondo ha riferito il direttore di Expobiomasa, Jorge Herrero, in riferimento al Rapporto Annuale dell'Osservatorio di biomasse che è in preparazione dall'Associazione spagnola di biomasse -AVEBIOM-.
Arriva il freddo e siamo in casa più a lungo, quindi è importante tenere al caldo gli ambienti, meglio delle caldaie a gas o gasolio sono le stufe a pellet e i camini, sia per la prima che per la seconda casa. Molto più comode, belle e semplici da installare sono le apparecchiature a pellet. 
Riduzione dei costi di installazione della gamma di caldaie a pellet Vap. Le strategie di controllo ECOFOREST implementate assicurano l'impulso diretto e la temperatura programmata contro qualsiasi sistema di emissione (radiatori, ventilconvettori, riscaldamento a pavimento), garantendo una temperatura di ritorno inferiore di 10 ºC rispetto alla temperatura di mandata, senza necessità di installazione valvole inerziali e anticondensa e indipendentemente dal numero di radiatori.
Nonostante la pandemia in corso, la Germania ha prodotto più di 1,5 milioni di tonnellate di pellet di legno nella prima metà del 2020, con un aumento del 13%, 173.000 tonnellate rispetto alla prima metà del 2019. Con al fine di far fronte all'aumento della domanda interna spinta dalle nuove installazioni di caldaie a pellet.