Ottimizzazione dei processi

Industria, comunità di quartiere e teleriscaldamento in Spagna optano per la biomassa in cerca di risparmio economico e controllo dei costi. Gli ultimi dati indicano che ci sono più di apparecchiature 14.000 tra 50 e 1.000 kW y più di 1.400 che superano 1 MW potenza termica.

Più di mille computer vengono installati ogni anno in Spagna e caldaie per uso industriale e commerciale in grado di generare acqua calda, olio termico e vapore, nonché generatori di aria calda e fredda, essiccatori, forni, condizionatori d'aria o generatori di freddo industriali che possono utilizzare la biomassa come combustibile.

Molte compagnie gestire i propri sottoprodotti e valorizzarli energicamente in ceramica, cemento, carta, legno, tabacco, caffè, frutta secca, tutti i tipi di aziende agricole e altri prodotti agricoli, serre e nell'industria conserviera, tra gli altri.


 
Spiccano i sei progetti che utilizzano la biomassa per ridurre le emissioni di CO2 nelle industrie ad alta intensità energetica. Riceveranno 55 milioni di euro, il 57% dello stanziamento di bilancio. Il Gruppo Vinicola García-Carrión, attraverso BIOTÉRMICA VILLANUEVA (BIOVI), riceverà 2,7 milioni di euro per costruire un impianto a biomassa per generare energia termica a Gádor, in Almería, che sostituirà il gas naturale, riducendo le emissioni di CO2 di 7.000 tonnellate all'anno.
Bioenergy Ibérica ha realizzato i lavori necessari per aumentare fino al 40% la capacità di produzione di vapore della caldaia a biomassa nella fabbrica di cioccolato Nestlé a La Penilla de Cayón (Cantabria). La generazione di energia termica con la caldaia a biomassa consente a Nestlé di ridurre di 2 tonnellate le emissioni nette annue di CO2.850 equivalente.
Scopri la rivoluzionaria pelletstar-H/HE, una caldaia a pellet avanzata che fonde un'efficiente tecnologia di combustione con un design innovativo basato sulla tecnologia di successo della condensazione del pellet.
La società BERKES (Berkes & Burmeister & Wain Energy - B&B), che partecipa a Expobiomasa, ha annunciato che fornirà l'isola completa di caldaie a biomassa per il progetto della centrale elettrica EXTREMADURA I-LOGROSAN di ACCIONA Energy. ACCIONA Energy è uno dei vincitori della terza asta di energia rinnovabile, che si è svolta il 25 ottobre 2022. L'impianto a biomasse da costruire avrà 49,9 MW e si trova nel comune di Logrosán, a Cáceres.
L'azienda QUEBINEX di Cáceres, che ha partecipato a Expobiomasa 2023, ha facilitato un cambiamento strategico nella tecnologia energetica in molte panetterie dell'Estremadura, sostituendo i bruciatori diesel con quelli a biomassa, che la stessa azienda progetta, costruisce e installa.
34,6 milioni di euro sono stati assegnati a un totale di 23 progetti di reti di riscaldamento e raffreddamento con energia rinnovabile, che saranno avviati in sei comunità autonome: Aragón (1), Castilla-La Mancha (6), Castilla y León (8), Catalogna (6), Galizia (1) e Principato delle Asturie (1). L'Istituto per la Diversificazione e il Risparmio Energetico, organismo del Ministero per la Transizione Ecologica e la Sfida Demografica, ha pubblicato il 4 aprile la delibera provvisoria di bando per questa linea di aiuto.
Organizzato da Inseltrade e Avebiom come azione informativa su ciò che le aziende finlandesi presenteranno a Expobiomasa, il 9.10.11 MAGGIO alla Fiera di Valladolid.
A giugno sarà organizzato un viaggio in Finlandia per conoscere le soluzioni e le aziende fornitrici, ad esempio, per le energie rinnovabili. I partecipanti potranno visitare le fabbriche dei fornitori e gli impianti di energia rinnovabile. Durante il viaggio i partecipanti visiteranno la città di Mikkeli, i suoi dintorni e Helsinki, la capitale della Finlandia. Le date saranno dal 18 al 22 settembre (nuove date). 
Gasum è un'azienda energetica nordica ed esperta nel settore del gas che promuove l'economia circolare trattando i rifiuti e producendo biogas e fertilizzanti riciclati in Finlandia e Svezia. Il fatturato dell'azienda è stato di 1.571,0 milioni di euro nel 2021 ed è di proprietà al 100% dello stato della Finlandia.
Stora Enso, fornitore leader di prodotti rinnovabili per l'industria della cellulosa e della carta, ha annunciato un importante investimento multimiliardario per convertire una macchina per la produzione di carta inattiva presso la sua cartiera di Oulu in Finlandia in una linea di produzione per il cartone di consumo. Nell'ambito dell'investimento, Laitex progetterà e realizzerà una stazione di ricezione di biocarburanti completamente nuova e relativi nastri trasportatori.
I biocarburanti sono caratterizzati da variazioni di qualità, soprattutto in termini di umidità e impurità. Queste variazioni di qualità causano sfide per il funzionamento delle centrali elettriche e il prezzo del carburante. La qualità del biocarburante si riflette nella facilità d'uso, nell'efficienza e nei costi di manutenzione dell'impianto. È possibile risolvere queste sfide utilizzando la misurazione della qualità del carburante in tempo reale.
La pulizia delle superfici di scambio termico delle caldaie a biomassa è più importante che mai, principalmente a causa dell'aumento della co-combustione e della diversificazione dei combustibili. La corrosione, il fouling e la formazione di scorie sono fenomeni causati da elementi contenuti nei combustibili (ad esempio cloro o metalli alcalini) e sono diventati familiari anche nelle centrali elettriche, dove l'importanza di questi problemi era nettamente minore negli ultimi tempi.