La connessione dell'Ospedale Clinico Valladolid a una rete di riscaldamento a biomassa presenta la sua candidatura per il Premio Innovazione 2019 di Expobiomasa

Collegamento dell'ospedale clinico di Valladolid a una rete di calore con biomassa

La rete di riscaldamento a biomassa installata presso l'Università di Valladolid fornisce l'90% dell'energia richiesta dall'Ospedale Clinico y salva l'emissione di tonnellate 3.000 di CO2 un anno. Il complesso, che richiede 12 milioni di kWh ogni anno, diventa così l'ospedale spagnolo con la più alta percentuale di domanda termica coperta da energia rinnovabile. Il resto dell'energia che l'edificio richiede è revisionato con le vecchie caldaie a gas naturale, aveva caldaie 5 che aggiungevano 11MW. La connessione è stata stabilita a gennaio 16 di 2019.

Il budget totale stanziato per il progetto è stato di 1,18 milioni di euro, un'azione che viene ammortizzata in base ai risparmi economici generati riducendo al contempo la bolletta energetica dell'ospedale del cinque percento.

La connessione alla rete di calore dell'uva ha comportato diverse azioni tecniche:

  • El aumento della potenza termica installata nel locale caldaia è passato da 14,1 MW di potenza a 19,1
  • La estensione della rete di distribuzione di energia Un nuovo ramo di tubi preisolati dall'edificio IBGM al locale caldaie dell'ospedale.
  • E per disaccoppiare idraulicamente i circuiti ed eseguire la fornitura di energia termica nelle condizioni di potenza e temperatura richieste dall'ospedale, un nuova sottostazione di scambio termico fino a otto megawatt nei locali del complesso.

Il progetto fa parte del Politica di «risparmio, sostenibilità ed efficienza energetica». L'ospedale, con 73.400 m² di superficie e attraverso i quali le persone 7.300 passano quotidianamente, ora utilizza 90% di energia termica rinnovabile anziché gas, evitando l'emissione di circa 8 tonnellate di CO2 all'atmosfera ogni giorno.

Ospedale clinico dell'Università di Valladolid ha presentato questa candidatura per il Premio Innovazione Expobiomasa 2019. Ulteriori informazioni sul Premio per l'innovazione qui