Nestlé riutilizzerà i suoi rifiuti di caffè per generare biomassa

Chicchi di caffè per biomassa

17 milioni di euro ha pianificato di investire Nestlé nel suo stabilimento di Girona, in Spagna, per costruire una caldaia a biomassa, utilizzare fondi di caffè come biocarburante e ottenere vapore di processo. Pertanto, nella sua catena di produzione verrà fornito con energia rinnovabile e ridurrà il consumo di gas naturale in fabbrica del venticinque percento.

Con questa innovazione, Nestlé lo calcola la tua nuova caldaia rinnovabile inizierà a funzionare nel mese di giugno di 2020 e genererà tonnellate di vapore 125.000 all'anno. In linea con le politiche della Circular Economy, la fabbrica produce circa 45.000 tonnellate di caffè all'anno e si prevede che l'80% verrà utilizzato per la produzione di energia.

Nestle, quindi, si unisce ad altre fabbriche di caffè in Spagna, come la Seda Lyophilized, che già utilizza le biomasse nei loro processi, aiutando in un modo molto importante per controllare il dispendio energetico nell'azienda riducendo considerevolmente il consumo di gas naturale, un costo di combustibile fossile variabile e dipendente dalla situazione internazionale e che influisce anche negativamente sull'effetto serra e sui cambiamenti climatici.

fonte:

https://elintransigente.com/
https://www.energias-renovables.com