Salone del gas rinnovabile

Salone del gas rinnovabile
AEBIG E AVEBIOM organizzano il primo SALONE A GAS RINNOVABILE nella Penisola Iberica

Il 21, 22 e 23 settembre 2021 si terrà a Valladolid il primo incontro nella penisola iberica esclusivamente per professionisti del settore del gas rinnovabile.

L'evento, organizzato congiuntamente da Associazione spagnola per il biogas e della Associazione spagnola di biomasse, promuoverà opportunità di business tra le aziende partecipanti in Spagna, Portogallo e America Latina e diffonderà anche i vantaggi dello sviluppo del biogas come fonte di energia rinnovabile per la società.

Vista l'enorme importanza del settore per il raggiungimento degli impegni energetici e ambientali del nostro Paese nell'orizzonte 2030, il Salone ha trovato il sostegno dell'Associazione Europea del Biogas (EBA), Bioenergy Europe (l'associazione europea delle bioenergie) e del Ministero per la Transizione Ecologica e la Sfida Demografica attraverso IDAE

Uno dei principali obiettivi dell'incontro è promuovere iniziative legate al biogas e altri gas rinnovabili. Il biometano, la cui composizione chimica è simile a quella del gas naturale, è in grado di sfruttare l'impianto del gas per il suo trasporto, distribuzione o stoccaggio, e di sostituirlo nei suoi usi finali abituali (cottura, riscaldamento, ACS, processi industriali, trasporto, ecc. .), con l'indiscutibile vantaggio di essere di origine rinnovabile e contribuire a frenare il cambiamento climatico.

Inoltre, l'evento presenterà tutticome notizie sull'uso energetico dell'idrogeno.

La società europea ha preparato la strada

Al momento, c'è un chiaro impegno politico in Spagna per queste tecnologie che fino ad oggi non si era manifestato.

Sulla scia della Francia, che ha fissato l'obiettivo di una rete di gas rinnovabile al 100% nel 2050, la Spagna sta già lavorando per definire un quadro stabile che renderà lo sviluppo del biometano una realtà, come richiesto dal Patto Verde Europeo , il Piano nazionale integrato per l'energia e il clima e il progetto di legge sui cambiamenti climatici e la transizione energetica.

L'Unione Europea ha 18.200 impianti di biogas, con una capacità installata di 11 GWe in grado di generare 63 TWeh all'anno di biogas, e 750 impianti di biometano che producono 23 TWh, con una proiezione di raggiungere 370 TWh nel 2030 e 1.170 TWh nel 2050.

Sia la Spagna, con poco più di 200 impianti di biogas e 2 impianti di biometano in funzione, sia il Portogallo, con 64 impianti di biogas, hanno ancora molta strada da fare per raggiungere gli obiettivi (Dati nel 2018 - Rapporto statistico EBA 2019).

La situazione derivata dal covid-19 impone a tutte le amministrazioni - europee, nazionali e regionali - di accelerare l'iniezione economica a questo settore che genera occupazione e ricchezza locale. In questo modo, la Spagna, e anche il Portogallo, ridurranno il deflusso di capitali verso altre economie, contribuendo al contempo con un biocarburante rinnovabile e proprietario all'importante infrastruttura del gas che già abbiamo: gasdotti, depositi, reti di distribuzione e caldaie.

I professionisti della penisola iberica avranno il loro appuntamento biennale

Gli organizzatori del XNUMX ° Salone del gas rinnovabile sono fiduciosi che la situazione sanitaria si normalizzerà nei prossimi mesi, e stanno già lavorando per rendere la fiera, le sessioni parallele e gli spazi congressuali sicuri dove mostrare tutta l'innovazione e la tecnologia a disposizione dei professionisti.

Il I Renewable Gas Show si terrà parallelamente al Congresso Internazionale sulla Bioenergia e alla fiera Expobiomasa, il cui focus è sul recupero energetico della biomassa solida.