IDAE approva i primi bandi per finanziare progetti di tecnologia rinnovabile

Schema del progetto biomasse
181 milioni di euro pronti per finanziare progetti innovativi rinnovabili

L'IDAE ha approvato i primi bandi per il pacchetto di 316 milioni per finanziare progetti innovativi di tecnologie rinnovabili in Andalusia, Principato delle Asturie, Castiglia-La Mancha, Catalogna, Estremadura, Madrid e Murcia.

La distribuzione dei primi 181 milioni di euro del pacchetto è stata concordata con le comunità autonome e servirà a mobilitare un ulteriore investimento privato di circa 551 milioni in progetti di generazione elettrica e termica, generare occupazione locale ed evitare l'emissione di oltre 712.000 tonnellate equivalenti di CO2 all'anno.

Distribuzione dei fondi da parte delle comunità autonome

  • Andalusia: 124,30 M €
  • Principato delle Asturie: € 10,00 M
  • Castilla-La Mancha: 8,13 milioni di euro
  • Catalogna: € 7,00 M
  • Extremadura: € 16,70 M
  • Comunità di Madrid: 11,10 milioni di euro
  • Murcia: 3,75 M €

Per quanto riguarda le tecnologie, la distribuzione concede biomasse 35,70 milioni di euro, gas rinnovabili 22,00 milioni di euro e reti di calore 0,75 milioni di euro.

Criteri di selezione

Le richieste di sovvenzioni definiranno le specifiche tipologie tecnologiche ammissibili, adattate alle esigenze di ciascuna regione e concordate con le rispettive autorità.

La valutazione dei progetti terrà conto criteri legati alla giusta transizione, la sfida demografica, l'innovazione, l'impegno per l'efficienza, la lotta alla povertà energetica, la promozione di settori industriali strategici nella regione o il sostegno alla partecipazione dei cittadini al sistema energetico.

Le sovvenzioni verranno risolte da concorrenza competitiva tra le applicazioni presentate, quindi gli importi finalmente assegnati a ciascuna delle tecnologie dipenderanno dal risultato di detta competizione, riallocando i potenziali surplus di budget tra le diverse tecnologie.

Persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, possono sottoporsi agli inviti; comunità di proprietà, comunità di proprietari, gruppi di comunità di proprietari e altri gruppi.

Il programma sarà cofinanziato dai fondi dell'Unione Europea, come il Fondo FESR, e potrà essere rafforzato con altri strumenti europei volti a promuovere la ripresa economica.

Per maggiori informazioni: