Txomin Enea illumina il "teleriscaldamento" con biomassa preparata per fornire riscaldamento e acqua calda alle case 1.500

Caldaie di rete di calore Txomin Enea

Il più grande sistema di riscaldamento centrale a biomassa nei Paesi Baschi servirà a partire da ottobre i primi vicini del nuovo quartiere

È così grande che ha bisogno di un edificio tutto suo e così pulito che, se mai dovesse uscire qualcosa dalle sue ciminiere, sarebbe vapore acqueo. Il teleriscaldamento di Txomin Enea è pronto per fornire riscaldamento e acqua calda alle case 1.500 che costituiranno il futuro quartiere una volta completate le due fasi di costruzione.

Funziona con le biomasse e, come spiegato dal Consiglio comunale, è il più grande sistema di questo tipo per scopi domestici che esiste in Euskadi. Ha già superato gli ultimi test tecnici e da ottobre inizierà a servire i primi residenti a muoversi: le famiglie 28 le cui case sono state demolite per far posto ai moderni blocchi che hanno cambiato l'orizzonte nel vega dell'Urumea.

Una joint venture gestirà il servizio per quindici anni. La struttura ha un silo 440 metri cubi di capacità, i due caldaie a biomassa 1.400 kW e due accessori di gas naturale, la sala di controllo, ventilatori che riducono al minimo la rumorosità e depositi d'acqua, di 20.000 litri.

Grazie al teleriscaldamento, l'emissione di gas sarà "quasi zero" e ogni utente può regolare la temperatura della propria casa e controllare il consumo in tempo reale, il che a sua volta dovrebbe tradursi in un uso più efficiente del riscaldamento e del raffreddamento. acqua calda I risparmi sono attesi vicino a un 15% in bolletta.

Una delle chiavi del successo di questi sistemi sono le caratteristiche eco-efficienti delle apparecchiature tecniche utilizzate per generare il calore, che consente di ridurre al minimo il consumo di elettricità per produrre la massima energia termica. La centrale elettrica ha una potenza di 7.400 kW e una rete di tubi preisolati che funzionano sottoterra e che si collegano con ciascuno degli edifici del quartiere con poche perdite di calore nel corso.

Il Comune, attraverso la Development Company, ha finanziato l'esecuzione dell'edificio e gli impianti termici del sistema per un importo di 2,9 milioni di euro. Il progetto ha un sussidio di euro 726.000 dall'Unione Europea, nell'ambito del programma "Replicate"

https://www.diariovasco.com/san-sebastian/txomin-enea-enciende-20180829004306-ntvo.html