Ottimizzazione dei processi

Industria, comunità di quartiere e teleriscaldamento in Spagna optano per la biomassa in cerca di risparmio economico e controllo dei costi. Gli ultimi dati indicano che ci sono più di apparecchiature 11.000 tra 50 e 1.000 kW y più di 1.000 che superano 1 MW potenza termica.

Più di mille computer vengono installati ogni anno in Spagna e caldaie per uso industriale e commerciale in grado di generare acqua calda, olio termico e vapore, nonché generatori di aria calda e fredda, essiccatori, forni, condizionatori d'aria o generatori di freddo industriali che possono utilizzare la biomassa come combustibile.

Molte compagnie gestire i propri sottoprodotti e valorizzarli energicamente in ceramica, cemento, carta, legno, tabacco, caffè, frutta secca, tutti i tipi di aziende agricole e altri prodotti agricoli, serre e nell'industria conserviera, tra gli altri.


 
Nella produzione dell'industria tessile vengono eseguiti processi come tintura, lavaggio o stiratura che richiedono grandi quantità di acqua calda o vapore. L'utilizzo della biomassa come fonte energetica contribuisce alla riduzione dell'impronta di carbonio; rendendo questo settore più sostenibile e redditizio grazie ai risparmi che si producono rispetto ai tradizionali combustibili fossili.
Sta diventando sempre più ovvio che dobbiamo ridurre le emissioni e prenderci cura del nostro ambiente. Esistono molti tipi diversi di energia rinnovabile che possono essere utilizzati. Ciò che sorprende è quanto poca biomassa venga utilizzata. Il suo utilizzo per produrre calore è il più redditizio che ci sia e dove il risparmio di emissioni per importo di investimento è estremamente elevato.
Secondo il Decreto 1042/2017, che recepisce la Direttiva Europea 2015/2193, gli impianti antecedenti al 2018 di oltre 5 MW devono essere adeguati entro il 2025.
Al piano interrato è presente una caldaia a biomasse, per la combustione di cippato autoctono, come fonte centrale di energia per l'impianto di riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria. I trucioli vengono scaricati dalla strada attraverso due bocche appositamente studiate per facilitare l'approvvigionamento. Questo magazzino è collegato alla caldaia tramite una coclea che permette di automatizzare l'alimentazione di questo combustibile naturale.
Il Seminario Metropolitano di Oviedo, altro edificio emblematico con forte richiesta di riscaldamento, ha realizzato l'installazione di una caldaia a biomasse policombustibile di ultima generazione progettata di serie per una pressione massima di 5 bar e per combustibili da biomassa con un contenuto di umidità 40% massimo.
Lo stabilimento di componenti in legno situato a Torelló, in Spagna, ha compiuto un passo importante verso la neutralità del carbonio grazie a un nuovo impianto a biomasse. D'ora in poi, Quadpack Wood utilizzerà i propri scarti di legno per generare energia per i propri essiccatoi e sistemi di riscaldamento e condizionamento, eliminando così la necessità di combustibili fossili.
Göteborg Energi, una società pubblica che fornisce elettricità e teleriscaldamento alla città di Göteborg in Svezia, ha convertito il suo locale caldaie da 110 MW da gas naturale a legno polverizzato cambiando solo i bruciatori. In questo modo sono riusciti a ridurre al minimo l'uso di combustibili fossili (la cui tassa sul carbonio in Svezia è di € 120 per tonnellata di CO2 emessa) riutilizzando le caldaie.
Heizomat collabora con Siemens per dotare le proprie caldaie di un nuovo sistema touch per regolarne le caldaie a legna. Questo nuovo sistema offre nuove possibilità per la gestione e il controllo di diversi parametri di regolazione della caldaia, garantendo al contempo un'elevata affidabilità. Ulteriori informazioni:
2 caldaie Herz per un totale di 2.000 kW, fornite da Termosun, sostituiranno quattro caldaie diesel e gas presso l'ospedale navale Ferrol. Utilizzeranno pellet di legno come combustibile, riducendo significativamente i costi e le emissioni di produzione termica.
Termosun ha fornito una caldaia austriaca da 4 MW Binder che le consentirà di ottenere efficienza energetica e di espandere la rete di approvvigionamento del 20% nel centro urbano di Sant Pere de Torelló, nella provincia di Barcellona. La messa in servizio è stata effettuata dalla società Suris.
La maggior parte dei produttori di caldaie a biomassa in Europa ha lavorato abbastanza presto per portare sul mercato un catalogo di apparecchiature di alta qualità che soddisfano i requisiti di progettazione ecocompatibile.