PREPARA IL TUO VIAGGIO PRENOTA LA TUA STRUTTURA ALTRI VANTAGGI E
PREPARARE
TU
VIAGGIO
RISERVA
TU
ALLOGGIO
ALTRE
VANTAGGI e
SCONTI
Il sigillo consente di identificare gli installatori di stufe e caldaie a biomassa che svolgono professionalmente il proprio lavoro

L'Associazione spagnola di valutazione energetica della biomassa, Avebiom, hai attivato il sito Web che gestisce il Sigillo di installazione certificato per biomassa termica (IBTC), www.selloibtc.es, che consente agli installatori di biomassa supportati da qualità e professionalità di essere contattati con gli utenti e i potenziali utenti che desiderano le maggiori garanzie di successo nel funzionamento delle loro strutture.

In questo modo, Avebiom chiude la prima fase del processo di implementazione del sigillo dell'installatore iBTc, dopo la sua messa in servizio lo scorso maggio e dopo che sono stati incorporati le prime società di installazione certificate.

Attraverso questo nuovo sito Web, le aziende certificate hanno accesso a tutta la documentazione che dovrebbero conoscere, dagli obiettivi del sigillo, dallo schema di certificazione, dalla Carta della qualità, ai requisiti tecnici e alle tariffe.

Da parte loro, gli utenti possono controllare i dati delle aziende certificate e valutare, se lo desiderano, sia le loro strutture che le aziende che vi sono intervenute, registrando la loro soddisfazione.

Il sito Web include anche un modulo per richiesta di preventivi per via elettronica alle potenziali aziende interessate a ciascun progetto. È una forma in quattro passaggi, veloce, semplice e molto utile.

Attualmente, le aziende che sono già disponibili sul web sono: Calordom (Madrid), Gebio (Sevilla) e Calor Erbi (Castilla y León), "Anche se presto saranno incorporate nuove società, che sono attualmente in fase di certificazione", secondo Juan Jesús Ramos, responsabile tecnico del marchio iBTc.

Un elemento di differenziazione nel mercato

Javier Díaz, presidente di Avebiom, ha sottolineato l'importanza del fatto che “scommettere sull'offerta al cliente di garanzie di qualità e controllo delle strutture e del potere differenziare nel mercato di aziende che eseguono professionalmente il proprio lavoro".

Secondo i dati del Ministero dell'Industria, in Spagna ci sono più di 30.000 formate per eseguire installazioni termiche negli edifici (RITE), di cui 27% ha operato con apparecchiature a biomassa, secondo le stime dell'Osservatorio Nazionale sulla Biomassa di Avebiom.

AirPro System è la tecnologia a biomassa di Palazzetti per canalizzare l'aria calda in più stanze.

Sistema Airpro è la tecnologia della biomassa di Palazzetti per canalizzare l'aria calda in più stanze.

Due o tre ventole controllabili indipendentemente, per riscaldare selettivamente più stanze, fino a 28 metri di canalizzazione diretta con Ø 8 cm (14 equivalenti per condotto).

Amandus Kahl facilita la costruzione di impianti a pellet di biomassa grazie alla sua gamma di granulatori per legno. La capacità produttiva è compresa tra 1,5 e 12 t / h.

AMANDUS KAHL costruisce presse per granulatori con una potenza del motore da 3kW a 630 kW. Le diverse dimensioni disponibili sono undici in totale. La capacità di produzione nella maggior parte degli impianti di legno è compresa tra 1,5 e 12 t / h per pressa per granulatore.

Per maggiori informazioni: http://www.akahl.es/

Bioenergy Barbero, una società di servizi energetici e l'unico distributore di pellet ENplus® con sede a Salamanca, ha recentemente ampliato la sua capacità di raccolta di biomassa con l'installazione di due silos di pellet completamente automatici.

Barbiere bioenergetico, società di servizi energetici e unica Commerciante con base in pellet Salamanca ENplus®, ha recentemente ampliato la sua capacità di raccolta di biomassa con l'installazione di due silos a pellet completamente automatici.

ESE disponeva già di due navi di 3.000 m2 per immagazzinare una scorta permanente di tonnellate di biomassa 5.000 alla rinfusa o in sacchi. Con i nuovi silos aumenta il tuo Capacidad fino a quando 8.000 toneladas. In questo modo, afferma Alfonso Barbero, direttore dell'azienda, avanzano su due fronti.

Da un lato, assicurano il pellet durante la campagna invernale, evitando potenziali problemi di carenza del mercato. D'altra parte, hanno migliorato la qualità e la gestione della fornitura al cliente grazie all'automazione del processo, dallo scarico al carico dei camion che verranno distribuiti al cliente finale fino al controllo dell'umidità e della temperatura del prodotto. Inoltre, un sistema di screening integrato nei silos garantisce una pallina libera sottiles.

Bioenergy Barbero ha più di utenti 90.000 e biomassa installata 55 MW. Nell'ultima campagna (inverno 2018-19) hanno venduto circa 25.000 tonnellate di pellet ENplus®, 70% in formato sacco e il resto alla rinfusa. Le sue strutture hanno consumato circa 15.000 tonnellate nell'ultimo anno.

Vendono anche altre tonnellate 25.000 di biomassa diversa, come osso d'oliva, scheggia
e legno di quercia.

Per maggiori informazioni: bioenergybarbero.es

Macchine forestali specializzate in segherie portatili.

HERSAN, rappresentante di Wood Mizer in Spagna, ha partecipato per la terza volta consecutiva a Expobiomasa.

Approfittando del profilo professionale che partecipa al concorso Expobiomasa; gente di montagna, produttori di pellet e schegge, carpentieri che vogliono sfruttare al massimo il loro legno, ecc. Hersan ha partecipato per la terza edizione consecutiva alla fiera con i suoi rappresentati MISURATORE DI LEGNO, specialista nella produzione di segherie portatili. WOOD MIZER è uno specialista nella produzione di segherie portatili.

“La nostra idea è quella di mostrare e trasmettere a queste persone che hanno macchine a basso costo in grado di trasformare i loro migliori tronchi in pannelli, travi, elementi decorativi o pezzi per recinzioni e pavimenti, tra gli altri prodotti, sfruttando il loro valore aggiunto e senza la necessità di introducili nel mulino per trasformarli in schegge o pellet ", spiega Enrique Hernández, direttore commerciale di HERSAN

Per maggiori informazioni: https://madera-sostenible.com/maquinaria/wood-mizer-suma-valor-anadido-a-la-madera/

Il teleriscaldamento della biomassa ha 12 megawatt di potenza installata e farà risparmiare a 14.700 tonnellate di CO2.

Il team tecnico della Heat Network con Biomassa di Aranda de Duero ha effettuato durante le ultime settimane i test funzionali e sono già in condizioni di fornire energia termica che producono da biomassa.

Questo nuovo teleriscaldamento con biomassa ora ha più di 500 collegava le case, superando la vicina 1.500, oltre alla scuola Claret. E l'obiettivo è fornire riscaldamento e acqua calda sanitaria a Case 4.600 ed edifici pubblici 30 nella città di arandina. Un totale di 12 megawatt di potenza installata 45,5 genererà milioni di kilowatt di energia termica in un impianto che consumerà 13.500 tonnellate di biomassa locale all'anno. Gli edifici collegati smetteranno di emettere 14.700 tonnellate di CO2 nell'atmosfera con una creazione di lavori 40 tra diretta e indiretta.

la connessione non implica alcun costo aggiuntivo per i vicini perché il lavoro nel locale caldaia è a carico dell'azienda, mentre il consumatore paga solo per l'energia termica della biomassa che consuma. Il consumo viene misurato individualmente con un chilowattmetro posizionato sul pianerottolo del portale e non è necessario che la cabina abbia altre attrezzature o caldaie.

In parallelo, la rete arriverà presto al centro cogenerazione di Energy Works Aranda il cui cliente principale è Michelin. Il progetto di biomassa sfrutterà il calore dell'impianto di cogenerazione situato nell'impianto industriale Michelin. Il calore risultante sarà condotto attraverso la rete di riscaldamento in modo che possa essere utilizzato nei sistemi di riscaldamento e di acqua calda sanitaria dei vicini di Aranda de Duero. Questo accordo di collaborazione ne è un esempio ibridazione e uso efficiente ad alto livello che può essere fatto solo nei comuni con reti di calore, che consentono l'integrazione di diverse fonti di energia termica.

fonte: https://recursosdelabiomasa.es

Il teleriscaldamento di Ponferrada sarà alimentato con biomassa, in particolare scheggia e fornirà 25.000 MWh / anno

La rete fornirà 25.000 MWh / anno di energia Il consumo massimo previsto di biomassa è di 7.800 tonnellate all'anno. L'attrezzatura di combustione di 4,5 MW, fornito da COMPTE.R, insieme ad elementi ausiliari come il silo per la scheggia, il sistema di alimentazione della caldaia e l'elettrofiltro per il trattamento dei gas di scarico vengono installati.

Il silo ha una capacità di contenere 320 m³ di scheggia (circa 65 tonnellate) ed è stato dotato di un sistema mobile di estrazione del pavimento. L'alimentazione della caldaia viene effettuata con pulsanti.

È prevista l'espansione con altre due unità di 4,5 MW; in totale raggiungerà 13,5 MW di potenza.

Caratteristiche della caldaia

  • Caldaia per acqua calda inferiore a 110ºC COMPTE.R modello C450 DTHP di 4,5 MW per la combustione di trucioli di legno.
  • Sistema di estrazione mobile del pavimento 320 m³.
  • Caldaia alimentata da spintore.
  • Sistema di trattamento gas con elettrofiltro.
  • L'uso di trucioli di legno anziché di combustibili fossili impedirà l'emissione di 6.000 tonnellate di CO2 all'anno.

Per maggiori informazioni: https://bioenergyinternational.es/la-red-de-calor-de-ponferrada-prosigue-con-exito-su-construccion/

Cinque aziende hanno lanciato un impianto pilota di microtrigenerazione, modulare e trasportabile, basato sulla biomassa e sull'energia a concentrazione solare.

Un consorzio formato da cinque società dell'Estremadura ha creato un impianto pilota per microtrigenerazione, modulare e trasportabile, dalla biomassa e dalla concentrazione di energia solare. Lo stabilimento si trova a Gévora (Badajoz) in una società che utilizza l'elettricità, il calore e il freddo generati.

L'impianto ha due elementi che producono energia: una caldaia a biomassa a olio termico di 400 kWt, progettato e prodotto da Innergy, che partecipa a Expobiomasa, e attualmente utilizza la scheggia di foresta P30-P16; e un campo solare di tipo Fresnel con collettori 18. Per la produzione di elettricità, è stato installato un minimodulo ORC con una turbina in grado di generare 56 kWe. Inoltre, una macchina ad assorbimento può generare 35 kW di freddo.

Durante i prossimi anni 5 lo sarà continuerà a studiare l'ibridazione di sistemi e modelli di energia rinnovabile per fornire soluzioni ai settori industriali della Spagna e del resto d'Europa.

Per maggiori informazioni: https://bioenergyinternational.es/proyecto-tribar-microtrigeneracion-con-biomasa-y-energia-solar/

Durante i tre giorni in cui è durato l'evento, le aziende hanno mostrato le novità nei loro prodotti. Macchine per la silvicoltura e il trattamento del legno con tecnologie innovative che consentono di risparmiare tempo e costi e allo stesso tempo sono più rispettose dell'ambiente.

Durante i tre giorni in cui è durato l'evento, le aziende hanno mostrato le novità nei loro prodotti. Macchine per la silvicoltura e il trattamento del legno Con tecnologie innovative che consentono di risparmiare tempo e denaro e allo stesso tempo sono più rispettose dell'ambiente. Tecnologie industriali sempre più versatile, in grado di gestire materiali diversi in modo più efficace. Per quanto riguarda il riscaldamento domestico, i marchi hanno presentato i loro ultimi e più efficienti sviluppi, con meno manutenzione e vari aspetti estetici in grado di soddisfare tutti i tipi di esigenze e utenti.

Vale la pena evidenziare il frantoio EcoPulser dalla società Pallmann, vincitrice del premio Expobiomasa Innovation Award a 2019.

Attività parallele

Expobiomasa ha fatto da cornice per la realizzazione di diverse attività che hanno aiutato nuovamente il visitatore a completare la sua esperienza durante la fiera.

I partecipanti a visite professionali sono stati in grado di osservare in prima persona, nel Martedì 24 nella provincia di Burgos, impianti di biomassa in funzione nelle industrie e in un complesso sanitario. Mentre il giorno 25 Hanno visitato diversi teleriscaldamento nella città di Valladolid.

Diverse conferenze e seminari hanno analizzato il mercato nazionale del pellet in Spagna e in Europa; le prospettive di Mercato spagnolo del biogas; il passaggio efficiente alla biomassa come combustibile in diversi tipi di industria; o l'esperienza della Finlandia come punto di riferimento del modello di servizio energetico da biomassa sviluppato all'inizio del decennio 90. Gli espositori hanno mostrato attraverso conferenze conferenze tecniche le loro innovazioni in prodotti e servizi più eccezionali.

L'uso della biomassa forestale in modo efficiente è la chiave per la riduzione dei gas a effetto serra e la generazione di occupazione locale.

La biomassa forestale, come risorsa energetica, è una soluzione all'attuale crisi energetica. La sua acquisizione è positiva per le nostre foreste e per la bioeconomia richiesta dall'Unione Europea.

Segun COSE (Confederazione delle organizzazioni forestali della Spagna), per rafforzare il mercato della biomassa forestale, lo sono è necessaria una maggiore pianificazione e gestione forestale, e sono politiche essenziali più attive e un quadro normativo e legislativo che favorisce la gestione di questa fonte di energia rinnovabile.

La Spagna è una potenza forestale con un'abbondanza di risorse di biomassa ma il consumo di energia è minimo. La Spagna è il terzo paese europeo per risorse di biomassa assolute e il settimo in termini pro capite. Tuttavia, è in fondo alla classifica europea per il loro consumo.

Per maggiori informazioni: https://madera-sostenible.com/energia/cose-defendio-en-expobiomasa-la-biomasa-forestal/