HOME

La società richiede sempre più servizi e prodotti personalizzati, economici e sostenibili. Digitalizzazione, automazione, materiali avanzati, connettività ... sono termini che l'industria 4.0 adotta per soddisfare i propri clienti.

La società richiede sempre più servizi e prodotti personalizzati, economici e sostenibili. Digitalizzazione, automazione, materiali avanzati, connettività ... sono termini che l'industria 4.0 adotta per soddisfare i propri clienti. I produttori di stufe, caminetti e caldaie sono coinvolti presentare soluzioni più efficienti e intelligenti, volte a un nuovo consumo più consapevole dell'uso dell'energia e interessati a partecipare alla sua gestione in tempo reale.

Le previsioni del settore a livello europeo indicano a crescita sostenuta nel numero di strutture nei prossimi anni, pur prevedendo il miglioramento dell'efficienza energetica di tutte le squadre, adattandosi alle nuove direttive, come ad esempio la progettazione ecocompatibile dei prodotti o delle emissioni, al fine di generare sempre più energia con la stessa quantità di biomassa e garantire la sicurezza dell'approvvigionamento per l'inevitabile esaurimento delle risorse fossili.

Expobiomasa è, senza dubbio, il vetrina perfetta per tecnologia, innovazione e innovazioneLa prova di questo è il nostro impegno a promuovere firme e consegna euro 80.000 nel corso degli anni, i candidati vincitori del Premio Innovazione per il loro coinvolgimento nel miglioramento continuo nel settore e l'adattamento alle nuove esigenze dei consumatori.

SCHOTT ROBAX® ti invita a dare un'occhiata al futuro di Expobiomasa, la fiera che si tiene a Valladolid dall'24 all'26 di settembre di 2019.

SCHOTT ROBAX® ti invita a dare un'occhiata al futuro di Expobiomasa, la fiera che si tiene a Valladolid dall'24 all'26 di settembre di 2019. L'azienda tedesca ha dipendenti 15.500 34 nei paesi e viene a Expobiomasa (padiglione 4 / 465 supporto) a "catturare" i visitatori con gli ultimi sviluppi relativi al vetro speciale e vetro-ceramica.

La produzione in serie dei pannelli in vetroceramica ROBAX® iniziò 40 anni fa e da allora sono state vendute più di 100 milioni di unità. I visitatori di Expobiomasa potranno sperimentare nello stand di SCHOTT ROBAX® con le innovazioni che hanno reso famoso il marchio e continueranno a farlo anche in futuro.

Per menti creative: ROBAX® IR Max. Un pannello termo riflettente in vetro ceramica con un'ampia gamma di serigrafie combinando con tutti i colori decorativi disponibili. Questo include anche tre disegni con effetto metallico che possono combinare due colori di serigrafia ciascuno. Il pannello in vetroceramica con rivestimento riflette fino a sette volte più la radiazione termica nella camera di combustione rispetto ai pannelli in vetro-ceramica non rivestiti. Questo è valido per radiazione infrarossa (IR) nello spettro di lunghezza d'onda tra nanometri 800 e 8000.

I rivestimenti interni ROBAX® Magic con Signature Impressions consentono ai produttori di caminetti di creare disegni ed effetti di fiamme completamente nuovi; una nuova collezione di colori e disegni di colori di superficie che creano nuovi effetti visivi. Le fiamme sembrano più grandi e la camera di combustione più profonda. A differenza di altri materiali per rivestimento interno non subiscono alcuna scolorimento. I pannelli offrono una riflessione eccellente e hanno un aspetto moderno. In Expobiomasa puoi vedere diversi esempi di design che offrono ai clienti una vasta gamma di combinazioni possibili.

"Inoltre abbiamo preparato una sorpresa per gli inquieti e curiosi progettisti di camini nel nostro stand. I visitatori avranno l'opportunità di testimoniare sul sito e in esclusiva il prototipo di un'innovazione globale ", afferma Stefan Hergott, responsabile vendite e marketing di SCHOTT ROBAX®. Anche i caminetti esterni così alla moda avranno il loro spazio nello stand SCHOTT: puoi vedere il camino Fuora K della casa Spartherm. Questo caminetto si basa sul design vincente del ROBAX® 2017 Design Award ed è composto da due pannelli ROBAX® Dom, arrotondati, che offrono una vista eccellente del fuoco e consentono un maggiore godimento delle fiamme.

Maggiori informazioni https://www.schott.com/robax/english/index.html

PREPARA IL TUO VIAGGIO PRENOTA LA TUA STRUTTURA ALTRI VANTAGGI E
PREPARARE
TU
VIAGGIO
RISERVA
TU
ALLOGGIO
ALTRE
VANTAGGI e
SCONTI
ACCREDITAMENTO ONLINE DISPONIBILE

Eko Bero è una società con sede a Zumarraga, Guipúzcoa, dedicata alla consulenza, la distribuzione, la formazione di sistemi di riscaldamento basati su energie rinnovabili come la biomassa, solare termico e soprattutto aerotermia. l'idea di sviluppare l'azienda eko eko Bero Bero ha la sua origine in una società di installazione, con un'esperienza di oltre 45 anni nel mercato e seguendo lo sviluppo del Drain-Unit mercati brevetto Orkli e diverse presentazioni presso l'Università di Deusto è emerso . A livello nazionale Eko Bero distribuisce Lohberger.

Lohberger, produttore austriaco di stufe e stufe a biomassa, che si distingue per essere pionieri nella produzione di cucine a pellet. Sono cucine misti, la cucina tradizionale con un modulo per la combustione di pellet. Spiega come funziona una stufa a pellet, nella tramoggia vengono introdotti i pellet e attraverso il bruciatore la fiamma arriva nella casa della legna da ardere, con la quale la tradizionale stufa a legna viene accesa attraverso il pellet. Queste stufe a pellet combinano tradizione e modernità, dal momento che possono essere controllate tramite smartphone, tablet o PC, ... con gestione remota. Questo tipo di cucine può anche fornire riscaldamento e acqua calda per tutta la casa, è possibile distribuire il riscaldamento ad altri emettitori termici, radiatori ... Sono cucine molto estetiche che possono essere adattate alle case moderne e rustiche. Il controllo della cucina attraverso Internet offre la gestione remota e la manutenzione a distanza dalla fabbrica, in grado di rilevare e correggere i guasti in cucina.

Diana Janeiro, direttore commerciale, e Jose Manuel, direttore tecnico, di Eko Bero ci presentano la compagnia e le notizie in questo video registrato in Expobiomasa. E saranno con più notizie nella prossima edizione.

EKO BERO sarà presente a EXPOBIOMASA

Altri video su Canale Expobiomasa di YouTube

In termini generali, i dati forniti da www.observatoriobiomasa.es sono positivi per il settore. Così, alla chiusura di 2018, le stufe 298.399 e le caldaie alimentate a biomassa erano in funzione in Spagna, 53.480 in più rispetto all'anno precedente.

In termini generali, i dati forniti da www.observatoriobiomasa.es sono positivo per il settore. Così, alla chiusura di 2018 hanno operato in Spagna Stufe e caldaie 298.399 alimentate a biomassa 53.480 più dell'anno precedente. Le vendite di attrezzature hanno aumentato il 16,2%, ma sono state distribuite in modo non uniforme, più stufe rispetto alle caldaie ad alta potenza.

Il più grande aumento negli impianti di riscaldamento con biomassa è stato guidato dalla vendita di nuovi stufe a pellet, che in 2018 è salito alle unità 50.130. Questo dato di vendita, che rappresenta un nuovo record in Spagna, sebbene lontano dalle vendite in paesi come l'Italia o la Francia, con cifre che raddoppiano e triplicano il mercato spagnolo.

Numero caldaie a biomassa per uso individuale o domestico, con potenza inferiore a 50kW, è stato aumentato un 7,1%, mantenendo un trend positivo. Ma l'installazione di caldaie con una potenza pari o superiore a 50 kW, comune nelle installazioni industriali e collettive, ha perso un 10%. Sono stati raccolti due motivi principali per questo rallentamento: il primo è che proveniva da una situazione di bassi prezzi dei combustibili fossili, che ha portato i progetti a includere costi senza aggiornamento; e il secondo, è stata una situazione politica stagnante a tutti i livelli che ha condizionato l'approvazione delle linee di aiuti, ha fermato numerosi progetti municipali e creato una situazione di instabilità commerciale che ha avuto un impatto negativo sui piani di investimento. Fortunatamente, entrambe le situazioni sono cambiate.

Questa evoluzione ha permesso di collocare il parco caldaia a biomassa alla fine di 2018 negli impianti 18.127 con una potenza inferiore a 50 kW; 11.214, con una potenza tra 50 e 1000 kW; e 1.138 fa bollire più di una potenza 1MW. Da parte sua, il numero di stufe operative proviene da 267.920 in Spagna.

Alejandro Esteban, delegato commerciale di Solzaima, produttore portoghese di stufe a pellet, stufe a legna, inserti, caldaie a pellet e legna, presenta le novità dell'azienda durante la fiera Expobiomasa. Dalle stufe a pellet 8 e 10 kW, stufe inseribili, ... alla gamma di caldaie a biomassa industriale

La gamma K400, stufe 10 kW di diversi modelli: PINE, LIVEASPEN, ALPES. Interni in verniculite e ghisa, ventole tangenziali più grandi e più silenziose e con maggiore flusso d'aria, resistenze ceramiche che garantiscono maggiore durata e controllo elettronico. La caratteristica più notevole di queste stufe è che sono componibile e che il la parte esterna può essere personalizzabile a seconda delle esigenze del cliente.

Gamma K300, stufe 8 kW, Condividono lo stesso corpo e diverse parti esterne, con tecnologia avanzata e grande estetica. Il modello di oliva è Configurabile a colori e parte esterna dall'utente. Stufe modulari che possono essere personalizzate con un solo corpo

Inserti a pellet, che può essere canalizzabili, questi modelli possono avere diverse forme di caricamento: sul lato, anteriore, da un vassoio superiore, ... Queste stufe inseribili possono essere spostate attraverso le guide per facilitare il lavoro di manutenzione delle stufe. La posizione del display di questi inserti è collocata all'interno dell'apparecchiatura, ma può essere rimossa e collocata in un altro luogo, per renderla più accessibile.

Una nuova funzionalità di Solzaima è l'elettronica a cui sono incorporate le loro apparecchiature Controllo Wifi dell'apparecchiatura. Attraverso un'app puoi controllare i parametri dell'apparecchiatura: temperatura, velocità della ventola, orari, ...

La gamma di caldaie automatiche, che incorporano miglioramenti come pulizia automatica, resistenze ceramiche, affidabilità ed esperienza della marca. Offrono anche diversi modelli di caldaie a biomassa di tipo industriale.

Una gamma completa di riscaldamento a biomassa: hidroestufas, caminetti di legna, caldaie di legna da ardere di gassificazione di fiamma invertita di diverse potenze, ecc. Con l'esperienza, l'affidabilità e l'innovazione di Solzaima.

SOLZAIMA sarà a EXPOBIOMASA

Altri video su Canale Expobiomasa di YouTube

La Conferenza Pellet europea, tenutosi quest'anno a Wels è stata la scena in cui il direttore del convegno, Christiane Egger, ha evidenziato la crescita della biomassa, in Alta Austria, una regione in cui si svolge l'evento: il 35% del riscaldamento domestico e funziona con biomassa.

La European Pellet Conference, tenutasi quest'anno a Wels, è stata la scena in cui Christiane Egger, direttore della conferenza, ha sottolineato la crescita delle biomasse nell'Alta Austria, la regione in cui si svolge l'evento: 35% dei sistemi di riscaldamento domestici funziona già con le biomasse.

La sostituzione di vecchi impianti di diesel e altri combustibili fossili da moderne caldaie a biomassa ha raggiunto ridurre le emissioni di gas serra in un 43% negli anni 10 (2005-2015) nel settore residenziale.

Si fida di Egger nel tecnica "bastone e carota": vieta le caldaie diesel (stick) e gli aiuti, sia per la sostituzione delle caldaie che per l'innovazione.

I sistemi di riscaldamento a gasolio saranno vietati in Austria da 2020.

Il prossimo passo sarà vietare l'installazione di riscaldatori a gas. Per il momento, dal gennaio 1 2019, è vietato il riscaldamento diesel nei nuovi edifici nella Bassa Austria. Vienna ha implementato la misura alla fine di marzo, facendo un ulteriore passo avanti proibendo l'uso del diesel nella ristrutturazione di grandi edifici.

L'Austria aspetta sostituire i sistemi di riscaldamento diesel 600.000 nei prossimi anni. In questo modo, raggiungerebbe un duplice obiettivo economico: ridurre le sanzioni per il mancato rispetto degli obiettivi climatici e ridurre le importazioni di combustibili fossili.

Advantage Austria coordina la partecipazione delle aziende leader nel settore delle biomasse in Austria: Herz, Okofen, Rika, Solarfocus, Hargassner, Windhager, Hass + Sohn, Kohlbach, Posta elettronica austriaca e ETA.

fonte: www.bioenergyinternational.es
www.oekonews.at

Attualmente le emissioni sono una delle sfide fondamentali del settore del pellet. Nell'ambito della conferenza World Sustainable Energy Days, che si è svolta nella città austriaca di Wels da 27 da febbraio a 1 a marzo di 2019, diverse aziende hanno mostrato le loro soluzioni e strategie avanzate.

Attualmente le emissioni sono una delle sfide fondamentali del settore del pellet. Nell'ambito della conferenza World Sustainable Energy Days, che si è svolta nella città austriaca di Wels dall'27 di febbraio all'1 di March di 2019, Diverse aziende hanno mostrato le loro soluzioni e strategie avanzate.

Stefan Ortner, di ÖkoFEN, ha presentato il Modelli intelligenti efficienti, apparecchiature di condensazione e ibridazione di biomassa con altre energie rinnovabili.

Tra le tecnologie attuali più sorprendenti c'è a Caldaia di gassificazione Windhager per la sfera domestica che, utilizzando biomassa "cattiva", genera emissioni ben al di sotto dei limiti stabiliti dalla normativa vigente. Questa caldaia è stata sviluppata nell'ambito del progetto europeo Flexifuel CHX con partner come BIOS e CIEMAT.

El Progetto BIOFLEX ha ottenuto buoni risultati in termini di emissioni nelle caldaie che utilizzano pellet fabbricati con diverse materie prime.

Nel Centro tedesco per la ricerca sulle biomasse (DBFZ), dove vengono effettuate prove con pellet di 4 mm in caldaie "ultra piccole", adattato al nuovo concetti di edifici con consumo energetico quasi zero e un controllo esaustivo delle emissioni.

Marco Palazzetti raccomanda di non tenere conto delle esigenze di riduzione delle emissioni la regola "4B": Buon combustibile, buona stufa o caldaia, buona installazione e manutenzione e buone pratiche.

La situazione attuale indica al settore che è necessario controllare il modo in cui vengono effettuati gli inventari delle emissioni, poiché a volte si basa su calcoli errati. Ad esempio, è successo in Olanda dove si riteneva che le emissioni di particelle provenissero da un 40% della biomassa e quindi, dopo aver esaminato fattori e calcoli, il contributo fosse ridotto a 8%.

fonte: www.bioenergyinternational.es

Il modello di taglialegna John Deere 643 che serve per tagliare e accumulare alberi in modo tale che in seguito sia più facile ed efficiente trasportarlo da autoloader o trawler.

Il modello di taglialegna John Deere 643 che serve per tagliare e accumulare alberi in modo tale che in seguito sia più facile ed efficiente trasportarlo da autoloader o trawler.

Il caricatore automatico John Deere 1910 G con un raccoglitore di presse, una pressa che compatta il legno in modo da poter trasportare più legna per la biomassa. Questa macchina ha un motore 272cv molto potente, che soddisfa i requisiti delle emissioni UE, un consumo relativamente basso e incorpora anche una gru e una pressa compattatore questo caricatore automatico è un buon alleato per ottenere biomassa forestale.

Il processore 1270 G John Deere ha un motore cv 272 molto potente e all'avanguardia che consente una capacità produttiva molto elevata. Incorpora gru di misuratori 10. È usato per l'abbattimento di diradamenti o ritagli finali. Basso consumo di carburante per ottimizzare le prestazioni e aumentare la produttività. Sia gli spedizionieri che i trasformatori dispongono di cabine rotanti livellanti che offrono una visibilità completa che facilita il compito per l'operatore.

La graffetta SG 280 Mecanil ha una motosega incorporata e può essere attaccata ai forwarder, quindi oltre a caricare il legno, questo legno può anche essere manipolato. Un accessorio molto utile perché consente di tagliare alberi molto lunghi, manipolarli e tagliarli a seconda delle esigenze.

Il Moipu300 è una testa multitailer che consente di tagliare il legno a misura con taglio a taglio, un sistema che richiede poca manutenzione e molto pulito, perché non usa olii. Ideale per l'accoppiamento in processori e spedizionieri.

Nella testa multitailer DCM ha un sistema di taglio a disco continuo per diametri fino a 28 cm, perfetto per l'accoppiamento in escavatori, caricatori data la sua semplicità ed efficacia.
John García, direttore tecnico di Guifor ci mostra i nuovi sviluppi nei macchinari per la biomassa forestale presentati durante Expobiomasa 2017, che sarà nella prossima edizione di Expobiomasa.

Altri video su Canale Expobiomasa di YouTube

L'unica "ma" alla buona marcia del mercato del pellet, analizzata nella conferenza World Sustainable Energy Days, sono state le tensioni di borsa che, pur non essendo arrivate a subire alcuna interruzione, sono state qualcosa di giusto in questa stagione.

L'unico "ma" alla buona marcia del mercato del pellet, analizzato nella conferenza Giornate mondiali dell'energia sostenibile, sono state le tensioni azionarie che, anche se non sono arrivate a subire alcuna rottura, è stato qualcosa di giusto in questa stagione.

Alcuni paesi sono cercando di migliorare questo aspetto. Ad esempio, la Svizzera, dove ha iniziato a monitorare gli stock; o in Austria, dove è stata aperta una via legislativa per chiedere a riserva strategica di pellet alle aziende fornitrici.

In ogni caso, il mercato evolve molto velocemente e può cambiare radicalmente nel giro di pochi mesi. Ad esempio, a causa delle alte temperature e del conseguente calo dei consumi, mercati come quello italiano hanno cambiato tendenza e le loro scorte si stanno riempiendo.

La capacità produttiva del pellet in 2018 in Spagna è di 2,15 milioni di tonnellate secondo i dati della mappa dei biocarburanti solida pubblicata da AVEBIOM.

fonte: www.bioenergyinternational.es

In generale, i mercati hanno trasmesso buoni sentimenti, molto diversi dalle preoccupazioni che hanno caratterizzato le riunioni del World Sustainable Energy Days due e tre anni fa.

Complessivo i mercati hanno trasmesso buoni sentimenti, molto diverso dalle preoccupazioni che hanno caratterizzato gli incontri Giornate mondiali dell'energia sostenibile due e tre anni fa.

Secondo Gilles Gauthier, direttore generale del Consiglio europeo del pellet (EPC), mercati come i francesi stanno raccogliendo il condizioni perfette per sviluppare le energie rinnovabili, in particolare la biomassa, grazie all'implementazione del CO rate2 e piani di sostituzione per caldaie diesel obsolete.

Il mercato delle stufe riprende slancio grazie al recupero del mercato italiano, che installa già unità 175.000 all'anno (ancora lontano dagli oltre 200.000 di anni fa) e la grande tendenza del mercato francese, con le stufe 150.000 installate all'anno.

In Spagna il mercato delle stufe sta andando bene, avvicinandosi al Stufe 50.000 installate all'anno.

fonte: www.bioenergyinternational.es

Gli impianti di riscaldamento quasi 300.000 con biomassa avanzata in Spagna hanno impedito l'emissione di tonnellate 4.157.319 di CO2 che influenzano negativamente i cambiamenti climatici. Sono emissioni dalla sostituzione di combustibili fossili quali gasolio e gas naturale, energia rinnovabile come la biomassa, le cui emissioni sono neutrale riguardo alla serra emissione.

Le installazioni di riscaldamento quasi 300.000 con biomassa tecnificata in Spagna hanno impedito l'emissione di 4.157.319 tonnellate di CO2 che influisce negativamente sui cambiamenti climatici. Queste sono le emissioni derivanti dalla sostituzione dell'uso di combustibili fossili, come diesel e gas naturale, per un'energia rinnovabile come la biomassa, le cui emissioni sono neutrali in termini di emissioni di gas serra. Sono dati 2018 pubblicati in www.observatoriobiomasa.es in coincidenza con la celebrazione della Giornata Mondiale dell'Ambiente.

Il numero totale di tonnellate di CO2 è equivalente al ritiro teorico della circolazione da intorno 2,8 milioni di automobili, circa il 12% di quelli che circolano in Spagna alla fine di 2018.

Questo nuovo settore ha generato un'attività in 2018 870 milioni, quasi un 2% in più rispetto all'anno precedente, e impiega persone 9.600, un 11% in più. Inoltre, ha permesso di evitare l'importazione di un equivalente di 1.570 milioni di litri di diesel.

EXPOBIOMASA 2019

In occasione dei dieci anni di attività dell'Osservatorio della biomassa, Avebiom presenterà una relazione sull'evoluzione del settore e il suo contributo al lotta contro l'emissione di gas serra dall'uso di combustibili fossili, come diesel o gas naturale, che influiscono negativamente sui cambiamenti climatici. La presentazione sarà effettuata nel quadro di Expobiomasa 2019.

Durante la fiera di settembre, a Valladolid, verranno presentate le ultime innovazioni, soluzioni e strategie alle emissioni nel settore: nuovi caminetti a legna, stufe a pellet e caldaie a biomassa secondo le normative progettazione ecocompatibile loro più che incontrarsi emissioni ben al di sotto dei limiti stabilito dalla legislazione vigente e da quella prevista; squadre di condensazione e ibridazioni di biomassa con altre energie rinnovabili, microcogeneración, comprese stufe a biomassa e caldaie adattate ai nuovi concetti di edifici con consumo energetico quasi zero con un esaustivo controllo delle emissioni e un consumo energetico altamente efficiente.